carnet d’amour

85,00 

Il Carnet d’amour racconta dei tempi in cui si custodivano al petto le lettere più care, le piccole note si prendevano usando carta e penna, si riportavano frasi dette, nomi e luoghi da rammentare.
Ora è un piccolo taccuino segreto, da indossare, che riconduce a un mondo di parole d’inchiostro, per chi ha la passione di scrivere e per chi ama leggere e rileggersi.
Un oggetto da tenere vicino al cuore, per ricordare la persona che lo ha donato, il nome di una sonata ad un concerto, il bistrot consigliato da un’amica, gli obiettivi che ci prefiggiamo e desideriamo tenere sempre presenti.

Ora pagine mai scritte, conservate intatte dagli anni ’40, diventano carnet de notes segreti da portare al collo, in custodie in tessuto ricamate con i fiori delle OfficineLamour, impreziosite da vetri e mezzi cristalli.

dimensione: 11×8,5

tracolla: 90 cm circa

4 disponibili

Categoria:

Descrizione

Il Carnet d’amour racconta dei tempi in cui si custodivano al petto le lettere più care, le piccole note si prendevano usando carta e penna, si riportavano frasi dette, nomi e luoghi da rammentare.
Ora è un piccolo taccuino segreto, da indossare, che riconduce a un mondo di parole d’inchiostro, per chi ha la passione di scrivere e per chi ama leggere e rileggersi.
Un oggetto da tenere vicino al cuore, per ricordare la persona che lo ha donato, il nome di una sonata ad un concerto, il bistrot consigliato da un’amica, gli obiettivi che ci prefiggiamo e desideriamo tenere sempre presenti.

La storia di queste pagine
Dallo sgombero di una casa di campagna affiorano vecchi registri contabili mai utilizzati: marche da bollo da due lire, timbri, punzoni, font démodé e macchie che il tempo ha lentamente disegnato. Non potevo lasciarli andare: nasce l’idea di realizzare dei notes, cuciti e rilegati a mano.
E così pagine mai scritte, conservate intatte dagli anni ’40, diventano carnet de notes segreti da portare al collo, in custodie in tessuto ricamate con i fiori delle OfficineLamour, impreziosite da vetri e mezzi cristalli.

Questa è la prima serie, se vi piacerà ce ne saranno altre.